Nota sul risvolto di copertina

19 giugno, 2008

Leggendo un passo mi colpisce. Uso il risvolto della copertina (colorata) per segnare la pagina.

Continuo a leggere. Una cosa da rileggere più indietro, e il risvolto lo rende più scomodo. Una busta affrancata: qualcuno ci ha scritto un appunto in rosso. Come faccio io – la pagina del passo – in verde. Dopo aver verificato che la penna avesse inchiostro scrivendo “quando”: oggi e da anni. Scrivo la stessa parola per quest’uso. Forse perchè è simmetrica rispetto alla A: circoletto ed asta verso il basso, e U corsiva. Da entrambi i lati; la N diventa come la U quando la scrivo io. Ma c’è una piccola variazione: l’asta a destra è verso l’alto. 

Controllando di aver scritto giusto il numero mi accorgo che anche il francobollo è verde. Stessa tonalità dell’inchiostro delle penna. Inconsciamente mi son uniformato alla busta.

Chi ci aveva già scritto apprezzava di più la complemetarietà cromatica. Io invece non voglio mai apparire troppo. Fortuna che il verde era lo stesso. E non era blu: non volevo correggere segnandola come massimo errore, una correzione. L’appunto in rosso non avrebbe potutto correggere nulla: la busta è arrivata regolarmente.

Finalmente tolgo il segno col risvolto e spingendolo verso l’esterno scopro che la copertina è una sovracoperta che ricopre la copertina vera senza risvolti. Bianca e senza titolo. Non mi fido più di quello stampato sulla sovracoperta colorata. Provo a toglierla per vedere cosa c’è scritto sul dorso del libro. Proprio lì hanno incollato la sovracoperta perchè non si stacchi.

Non saprò mai il titolo originale. Se coincidesse o meno con quello che sto leggendo. …Copertine tutte bianche, libri da prendere a caso. Facendosi guidare/ispirare al massimo da formato e spessore. E solo aprendoli ricordarsi autore e titolo. Mi piace la sorpresa! e il riemergere del conosciuto.

Da quanti anni non ricopro più un libro? Usavo solo una plastica semitrasparente quando me li facevano proteggere a scuola. (potrei dare una mano di bianco -carta da parati- alle copertine dei libri che rileggo più spesso. Li amo tutti ugualmente)

Annunci

2 Risposte to “Nota sul risvolto di copertina”

  1. Falìa Says:

    Libri dalle candide copertine a sorpresa? lo si può fare solo con quelli già collaudati della propria libreria, senza correre rischi? o magari passare da imbianchini anche nelle librerie, a caso…

  2. spiumato Says:

    entrare in una libreria, con secchio di vernice e pennello, e imbiancare a caso un libro, poi comprarlo. e leggerlo con sorpresa dopo? mi piace!
    però sarebbe bello un negozio di libri tutti già bianchi, usciti con le copertine bianche già dagli editori… se non altro perchè così il libro non gocciola portandolo a casa 😀 che poi gli altri lo scambierebbero per un gelato enorme, un ricoperto al cioccolato bianco che si squaglia ahaha

    sì, in libereria tutti i libri dalla copertine candide, su cui scrivere noi un titolo e un nome dell’autore solo dopo aver letto tutto il libro, ispirati dalle parole.
    ma temo che dovremmo accontentarci in libreria al massimo di chiudere gli occhi e prende il libro su cui abbiamo posato il dito cieco. e così verificheremmo se hai la stessa fortuna coi libri che hai già per i posti dove mangiare 😀


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: