just in time for coffee-time

10 ottobre, 2008

Nella tazzina del caffè, un cucchiaino di caffè solubile in grani che ricordano quelli dello zucchero di canna che non metto a desso. Nel pentolino per scaldare il latte un filo d’acqua. Sul fuoco. Mentre ho gli occhi chiusi per un attimo, sento un gatto che miagola stizzito. Li riapro: e spengo il fuoco, l’acqua è bollita subito. La verso nella tazzina.

Della quale tengo il piattino nella sinistra. In piedi, non riesco a berlo seduto in giorni come oggi, mescolo. Poso il cucchiaino sul piattino dal lato opposto del manico della tazzina, che sta a destra. Prendo la tazzina, troppo caldo ancora, poso la tazzina di nuovo sul piattino.

Ma il cucchiaino era scivolato nell’incavo per il fondo della tazzina. Prima che il cucchiaino cada, lo fermo con il pollice sinistra sulla concavità. Il manico del cucchiaino si alza verso l’esterno, pronto ad essere impugnato.

Dalla tua mano. Che si è dimenticata il cucchiaino appunto! Puoi mescolare tranquilla il caffè, come stai già facendo. Il pollice è pulito, anche se non me lo succhio. Non me lo sono mai succhiato, nemmeno da piccolo, ma non si può negare che la tecnica gattesca di disinfezione sia efficace.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: